Il presidente ucraino Petro Poroshenko ha chiesto il dispiegamento di peacekeeper dell'Onu nell'est ucraino per assicurare la tregua prevista dagli accordi di Minsk. L'appello, approvato dal consiglio di sicurezza, è stato bocciato oggi da Denis Pushilin, negoziatore dei ribelli, secondo cui l'iniziativa viola gli stessi accordi di Minsk.

"La questione è stata discussa ed è stata presa una decisione di appellarsi all'Onu e alla Ue per preparare in Ucraina una operazione di peacekeeping e sicurezza", ha dichiarato il segretario del consiglio di sicurezza ucraino, Oleksandr Turcinov, spiegando che i caschi blu dovrebbero essere dispiegati sia lungo la linea del fronte sia al confine russo-ucraino. Ma Pushilin ha ricordato che, in base agli accordi di Minsk, Kiev deve concordare il controllo della frontiera con i miliziani solo dopo le elezioni municipali e la riforma costituzionale.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.