Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Secondo un sondaggio realizzato dall'istituto Link su incarico di comparis.ch, uno svizzero su due ha nel suo portafoglio almeno 70 franchi e un minimo di 6 carte e si procura denaro contante al massimo una volta alla settimana. Quasi il 30% dei cittadini ha perso almeno una volta il "borsellino" o gli è stato rubato.

All'inizio di luglio sono state interrogate telefonicamente 1200 persone. È emerso che l'86% per cento di tutti gli svizzeri che possiedono un borsellino, è pronto in qualsiasi momento a pagare senza contanti o a prelevare denaro, in quanto ha sempre con sé una carta EC, la Postcard o una carta di credito. Se si prendono in considerazione anche altre carte, come ad esempio le carte clienti, la licenza di condurre o le tessere associative, un uomo su due mette nel proprio portafoglio 6 o più carte, una donna su due addirittura 7 o più.

Sbirciando nei borsellini emerge anche che la metà degli uomini ha a disposizione almeno 80 franchi in banconote e monete, la metà delle donne almeno 60 franchi. Inoltre, con l'aumentare dell'età aumenta anche lo spessore del portafoglio. La metà degli under 30 porta con sé almeno 40 franchi in contanti, le persone tra i 30 e i 49 anni ne hanno almeno 60 e tra gli over 49 la quota sale ad almeno 100 franchi. L'intervistato con il portafoglio più gonfio andava in giro con 4000 franchi.

Per quanto riguarda il rifornimento di contanti secondo il sondaggio di comparis.ch risulta che gli svizzeri pianificano in modo previdente: sette su dieci infatti cercano al massimo una volta alla settimana un bancomat per ritirare denaro. Persino la maggioranza dei giovani svizzeri, esattamente il 57%, ritira contanti al massimo una volta alla settimana.

Furto e perdita: colpito il 29 per cento

Come precauzione contro la perdita o il furto, per sicurezza quattro svizzeri su dieci tengono una o più carte bancarie non nel portafoglio. Soprattutto i più anziani vanno spesso sul sicuro: quasi la metà delle persone tra i 50 e i 74 anni possiede un secondo luogo dove conserva le carte, mentre nelle altre fasce d'età solo un buon terzo ce l'ha. Ciò è consigliabile soprattutto alla luce del fatto che il 29% degli svizzeri ha già perso almeno una volta il proprio portafoglio o ne ha subito il furto.

Gli anziani lo perdono con una frequenza, pari all'8%, nettamente inferiore rispetto ai giovani tra i 15 e i 29 anni, il 23% dei quali, infatti, ha già dovuto sopportare la perdita del proprio borsellino.

Accanto a banconote, monete e carte, gli svizzeri hanno ancora molto spazio nel loro portafoglio e per alcuni questo diventa quasi una mini-borsa. Gli intervistati hanno estratto ogni sorta di cianfrusaglie: fogli di appunti, foto, chiavi, ma anche scontrini e ricevute, carte di trasporto regionale, abbonamenti di percorso e talismani. Inoltre, tra gli intervistati sotto i 30 anni, il 2% rivela di avere sempre un preservativo a portata di mano. Tra i più anziani nessuno ha citato questa voce.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS