Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il consigliere nazionale zughese Gerhard Pfister sarà verosimilmente il prossimo presidente del PPD svizzero. È infatti l'unico candidato alla successione del dimissionario Christophe Darbellay, indica in una nota la commissione di selezione del partito.

Gli interessati hanno avuto tempo da fine novembre alla scorsa mezzanotte per inoltrare alla commissione le loro candidature per un seggio nella Presidenza del partito (11 membri) e per l'incarico di presidente. Alla scadenza del termine risultano esserci in tutto tredici candidati, ma uno solo per il posto di presidente.

Sotto la direzione del consigliere agli Stati lucernese Konrad Graber, la "commissione cerca", di cui fanno parte l'attuale presidente Darbellay (VS), il consigliere agli Stati Filippo Lombardi (TI) e i consiglieri nazionali Viola Amherd (VS) e Marco Romano (TI), esaminerà ora le candidature e rivolgerà in seguito le sue raccomandazioni all'assemblea dei delegati, durante la quale - il 23 aprile - sarà rinnovata l'intera Presidenza del PPD svizzero.

Il vallesano Christophe Darbellay ha deciso di non ripresentarsi dopo aver trascorso 10 anni alla testa del partito. Il 53enne Gerhard Pfister, già membro della Presidenza, siede in Consiglio nazionale dal 2003 ed è considerato un esponente della destra del partito. Con la sua candidatura dice di voler rafforzare la posizione delle regioni con una tradizione popolare democratica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS