Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gerhard Pfister

KEYSTONE/GEORGIOS KEFALAS

(sda-ats)

L'ipotesi di una fusione tra il PBD e il PPD è definitivamente tramontata. Ad affermarlo, sulle colonne della Neue Zürcher Zeitung, è il presidente democristiano Gerhard Pfister secondo il quale il partito deve "rafforzare il suo profilo politico".

Un eventuale avvicinamento con il PBD, o anche con i Verdi liberali, potrebbe far credere all'elettore che il PPD non sa più per cosa battersi, sostiene Pfister. Il Partito popolare democratico deve quindi meglio profilarsi: prima cercavamo di evitare le controversie, ora vogliamo invece posizionarci rapidamente sui dossier spinosi, precisa lo zughese.

Il PLR già da alcuni anni agisce in questo modo ed è anche per questo che ottiene buoni risultati, afferma Pfister. Oltre ai liberali-radicali, il presidente democristiano afferma di seguire "con molto interesse" l'esperienza del ministro austriaco degli affari esteri Sebastian Kurz. Questi è stato recentemente eletto alla testa del Partito popolare austriaco (Övp) che intende riformare a fondo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS