Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli svizzeri potrebbero dover scegliere nuovamente fra gli accordi bilaterali con l'Ue e i l'applicazione dell'iniziativa che chiede contingenti per gli stranieri, ha detto il presidente del PPD Christophe Darbellay davanti all'assemblea dei delegati del partito.

"Un cosa è chiara: la destra vuole chiudere le frontiere ad isolarci. Questo avrebbe conseguenze devastanti", ha sostenuto il consigliere nazionale vallesano. "La sinistra invece preferirebbe aderire subito all'Ue". Per il presidente PPD la soluzione è la via bilaterale che ha assicurato la prosperità della Svizzera. Il suo partito, ha aggiunto, vuole una Svizzera "onesta", "sicura di sè" e sulla quale "si può contare".

SDA-ATS