Navigation

PPD: temi 2020; concordanza, previdenza, sanità e fisco

Gerhard Pfister KEYSTONE/GEORGIOS KEFALAS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 gennaio 2020 - 12:09
(Keystone-ATS)

In occasione del suo "incontro dei Re Magi", il PPD oggi ha presentato i punti sui quali metterà l'accento nel 2020, che ruotano attorno a concordanza, penalizzazione fiscale del matrimonio, costi della salute e Secondo pilatro.

A metà dicembre, il Consiglio federale aveva fatto suo - e inviato in consultazione - l'accordo raggiunto in luglio tra datori di lavoro e sindacati volto a riformare la previdenza professionale. Per il presidente democristiano Gerhard Pfister le sue possibilità di successo (in Parlamento, ndr.) "non sono molto elevate" viste le obiezioni del mondo economico.

Pfister è poi tornato a esprimersi sul lancio di una nuova iniziativa popolare per l'abolizione della penalizzazione delle coppie sposate - che non farà riferimento alla definizione di matrimonio - e sul ritiro di quella esistente. Allo stadio attuale, il presidente democristiano prevede che la nuova iniziativa verrà sottoposta all'assemblea dei delegati del partito in autunno. La raccolta delle firme dovrebbe iniziare entro fine anno.

All'incontro con la stampa, il presidente del PPD ha anche evocato l'avvenire della formula magica, che sarà discusso con gli altri partiti. Un primo incontro sulla futura composizione del Consiglio federale si terrà nei prossimi tre mesi.

Altro tema menzionato oggi, l'iniziativa popolare dello stesso PPD "Per premi più bassi - Freno ai costi nel settore sanitario" che sarà depositata nelle prossime settimane alla Cancelleria federale. Pfister ha poi chiesto una discussione sulla politica monetaria della Banca nazionale. I bassi tassi attuali sostengono sì le esportazioni, ma penalizzano i risparmiatori e i pensionati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.