Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una società ticinese ha ricevuto uno dei cinque premi da 100'000 per l'incoraggiamento dei giovani imprenditori assegnati oggi a Soletta dalla fondazione Vigier.

La start-up Swiss Mendendi, di Lugano, ha messo a punto un dispositivo di fleboclisi che, in caso di somministrazione endovenosa di prodotti chemioterapici aggressivi, riduce ampiamente l'insorgere di effetti secondari gravi, come infiammazioni e necrosi.

Fra i laureati della 25.ma edizione figura la giurassiana Geosatis, di Noirmont, nelle Franches-Montagnes: ha sviluppato un novo tipo di braccialetto elettronico per i detenuti, al fine di rispondere alla sovrapopolazione carceraria ed ai bisogni di reintegrazione sociale dei delinquenti.

Il laboratorio Calcisco di Berna si occupa invece del rilevamento precoce della tendenza alla calcificazione nel sangue in caso di problemi renali cronici.

Premiate anche due giovani imprese basilesi. Mimedis, con un programma e una stampa tridimensionale, produce protesi ossee su misura. La forma ottimale accorcia la convalescenza dei pazienti.

Visionarity ha inventato un programma informatico che, sotto forma di un gioco, incoraggia i dipendenti a realizzare risparmi di energia e sviluppandone la coscienza ecologica.

La fondazione, creata 25 anni fa dall'imprenditore William A. de Vigier (1912-2003), assegna dal 1989 i premi più consistenti in Svizzera per sostenere start-up.

SDA-ATS