Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nell'ambito del Grand Prix du Vin Suisse, i ticinesi Roberto e Andrea Ferrari si sono aggiudicati il premio "Vinissimo" per i rossi con il loro Castanar Riserva, un assemblaggio di sette vitigni differenti, fra cui il Merlot in percentuale minoritaria. Il riconoscimento più prestigioso, quello al produttore che ha ottenuto il miglior risultato d'insieme tra i vini che ha portato in concorso, è stato attribuito alla cooperativa vallesana Provins, che succede al ticinese Claudio Tamborini e che aveva già ottenuto lo stesso premio nel 2008.

Il concorso - organizzato dall'associazione Vinea di Sierre (VS) e dalla rivista specializzata Vinum di Zurigo e giunto alla settima edizione - quest'anno ha riunito oltre 3000 vini di 600 produttori di tutta la Svizzera, hanno indicato gli organizzatori. La graduatoria è stata stabilita da oltre 150 degustatori esperti. Questa sera si è svolto l'atto finale, con la premiazione a Berna.

I vini ticinesi si sono imposti anche nelle categorie "merlot" e "assemblaggio rosso", mentre quella "müller-thurgau" è andata ad un vino grigionese. Molto in evidenza i produttori vodesi, che si sono aggiudicati dodici podi in otto delle dodici categorie.

Roberto e Andrea Ferrari per il loro nettare hanno ottenuto 94,2 punti su 100. "Vinissimo" ricompensa il vino con la miglior nota in assoluto: quello per il bianco è stato attributo a una Petite Arvine dei vallesani Christophe e Antoine Bétrisey con 93,4 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS