Navigation

Prescrizione di Ritalin in forte aumento in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 giugno 2012 - 14:11
(Keystone-ATS)

La percentuale di bambini e adolescenti che hanno assunto il Ritalin o un prodotto equivalente è aumentata del 40% in Svizzera tra il 2005 e il 2008. Il medicinale - usato per curare deficit di concentrazione e iperattività (ADHS) - è prescritto soprattutto ai maschi. È quanto emerge da un'indagine dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Dal 2005 al 2008, la proporzione dei pazienti da 0 a 18 anni che richiedono Ritalin è aumentata dallo 0,61% allo 0,85%, precisa lo studio che si fonda sull'analisi dei dati dell'assicurazione malattia.

Durante questo lasso di tempo, la quantità media della sostanza attiva, per anno e per paziente, è aumentata del 9% salendo da 5094 mg a 5551 mg. In quattro anni, la percentuale di maschi che hanno fatto richiesta di Ritalin è passata dallo 0,95% all'1,3%, mentre quello delle bambine è progredita dallo 0,25% allo 0,38%. Dai dati emerge che nel 2005 i ragazzi ne hanno assunto circa quattro volte di più rispetto alle ragazze.

Dall'indagine risulta pure che nessun bambino di meno di sei anni si è visto somministrare questo agente terapeutico. La prescrizione di Ritalin è invece stata maggiore tra i ragazzi di dodici anni (3,11%). Presso le bambine, la percentuale è dello 0,95%.

La durata media del trattamento ammonta a 275 giorni. Solo un quarto dei pazienti è stato curato con Ritalin sul lungo periodo. In tre quarti dei casi, il farmaco è stato prescritto dai pediatri, da pedopsichiatri o da psichiatri.

L'UFSP intende limitare la prescrizione di Ritalin e medicinali simili. All'origine di questa decisione v'è la forte crescita della richiesta di questo agente terapeutico quale calmante per affrontare esami o addirittura quale droga da sballo.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?