Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente della Repubblica di Croazia, Ivo Josipović, è giunto oggi a Berna in visita ufficiale. Assieme al presidente della Confederazione Didier Burkhalter ha discusso delle relazioni bilaterali fra i due Paesi e di temi riguardanti la politica europea, si legge in un comunicato odierno del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

Quella di oggi è la prima visita ufficiale di un presidente croato in Svizzera. Josipović è stato accolto con gli onori militari alla Residenza del Lohn a Kehrsatz (BE).

Burkhalter ha illustrato al suo omologo l'evoluzione delle relazioni fra la Svizzera e l’UE auspicata dal Consiglio federale e lo ha informato in merito alla decisione di quest'ultimo di mettere a disposizione dei cittadini croati contingenti per accedere al mercato elvetico del lavoro. All'incontro era presente anche la consigliera federale Simonetta Sommaruga.

I colloqui hanno offerto l'occasione di approfondire le eccellenti relazioni bilaterali fra i due Paesi, continua la nota. Circa 31'000 cittadini croati vivono in Svizzera, mentre ogni anno quasi 200'000 turisti svizzeri visitano la Croazia. Burkhalter ha nuovamente espresso il suo cordoglio per le vittime delle catastrofiche inondazioni che hanno colpito la Croazia, la Serbia e la Bosnia e Erzegovina in maggio.

Una parte dei colloqui è stata dedicata alla politica europea della Svizzera. Il presidente della Confederazione, oltre a spiegare le decisioni sui contingenti per i cittadini croati, ha informato il suo interlocutore che è stata confermata la proposta di destinare alla Croazia un contributo all'allargamento di 45 milioni di franchi per la riduzione delle disparità economiche e sociali nell'Unione europea allargata. Il relativo messaggio è stato trasmetto al Parlamento.

SDA-ATS