Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente della Duma di Stato russa, Sergey Naryschkin, si dice rammaricato per la cancellazione della sua visita in Svizzera prevista per fine settembre nel quadro del 200esimo anniversario delle relazioni diplomatiche tra i due Stati. Viene così a mancare un "evento simbolico" nonché un'occasione per portare avanti trattative ufficiali, ha detto Naryschkin ai giornalisti secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa russa Ria Novosti.

L'annullamento "non onora i parlamentari di un Paese forte, sovrano e democratico" come la Svizzera, ha affermato, e le pressioni esterne hanno portato la Confederazione a deviare dal principio di neutralità di cui è celebre a livello internazionale.

I Servizi del parlamento avevano annunciato ieri l'annullamento dell'incontro con il presidente del Consiglio nazionale Ruedi Lustenberger (PPD/LU) reputando tale visita "inopportuna" a causa del conflitto armato in Ucraina e delle attuali tensioni internazionali.

La cancellazione è anche nell'interesse del Consiglio federale poiché il nome del presidente della Duma figura sulla lista nera dell'Unione Europea e degli Stati Uniti. Per lui vale dunque il divieto di accesso ai Paesi membri dell'UE e agli USA e il blocco di conti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS