Navigation

Presidenza PS: Flavia Wasserfallen non è "a disposizione"

Flavia Wasserfallen non intende candidarsi per la presidenza del PS KEYSTONE/PARTEI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 novembre 2019 - 09:07
(Keystone-ATS)

La consigliera nazionale bernese Flavia Wasserfallen non ha intenzione di riprendere la presidenza del Partito socialista dopo le dimissioni di Christian Levrat. Lo ha precisato ai media ieri.

Flavia Wasserfallen ha informato la commissione del partito che non è a disposizione e che intende concentrarsi sul lavoro al Nazionale, ha detto in un'intervista ai giornali in lingua tedesca di Tamedia. La bernese è entrata in Parlamento nel giugno 2018, per sostituire Evi Allemann, eletta al Consiglio di Stato bernese.

Oltre a Flavia Wasserfallen, come possibili candidate vengono citate le consigliere nazionali Jacqueline Badran (ZH), Mattea Meyer (ZH), Samira Marti (BL), Min Li Marti (ZH), Franziska Roth (SO) e Barbara Gysi (SG). Tra gli uomini Céderic Wermuth (AG) e Mathias Reynard (VS).

Il presidente del PS Christian Levrat lascerà l'incarico ad aprile, dopo dodici anni. L'annuncio ufficiale per la ricerca di un successore è previsto l'11 dicembre e le candidature potranno essere inoltrate fino al 19 febbraio. Il futuro presidente sarà eletto dal Congresso del PS svizzero che si terrà il 4 e 5 aprile 2020 a Basilea.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.