Tutte le notizie in breve

La Previdenza per la vecchiaia 2020 non comporterà un aumento delle rendite per tutti.

KEYSTONE/PETRA OROSZ

(sda-ats)

La Previdenza di vecchiaia 2020 prevede un aumento delle rendite per gran parte degli assicurati, ma non per tutti. Per alcune categorie di lavoratori con salari elevati e soprattutto i single la riforma porterà a una riduzione delle rendite del secondo pilastro.

È quanto risulta da alcuni esempi concreti pubblicati sul sito dell'Ufficio federale della assicurazioni sociali (UFAS).

L'UFAS ha preso in considerazione sia persone singole - uomini e donne - che coppie con due figli e ha calcolato la variazione delle rendite tenendo conto dell'età al 31 dicembre 2018, data prevista dell'entrata in vigore a riforma prevista. Gli esempi riguardano assicurati che a quel momento avranno 24, 34, 44 e 54 anni. Per ognuna di queste economie domestiche si è esaminata la situazione in caso di salari bassi, medi e alti.

I maggiori perdenti saranno gli uomini che avranno 44 anni nel 2018 e un reddito di 7'000 franchi: la rendita del II pilastro per la parte obbligatoria risulterà diminuita di 110 franchi, quindi non potrà essere compensata dall'aumento generalizzato di 70 franchi dell'AVS. In questa fascia di reddito, ci saranno riduzioni anche per i 24enni e i 34enni, ma più contenute. Minori rendite da 9 a 48 franchi sono previste anche per gli uomini di 34 e 44 anni che guadagnano 5200 franchi. I single con un reddito mensile di 3500 franchi invece vedranno aumentare le rendite sia dell'AVS che della cassa pensione.

Le donne beneficeranno di aumenti più sostanziosi o di cali più contenuti, ma dovranno lavorare un anno in più durante il quale verseranno contributi AVS da 152 a 305 franchi (a seconda del salario) e del secondo pilastro (da 189 a 471 franchi). La riduzione più importante riguarda le 44enni che guadagnano 7'000 franchi: riceveranno 50 franchi in meno di cassa pensione.

L'aumento dei contributi AVS per i single, sia uomini che donne, varia da 5 a 11 franchi a seconda del salario, quello delle ritenute per il secondo pilastro spazia da 10 franchi (24enne che guadagnano 5200 o 7000 franchi) a 60 franchi (44enni con 3500 franchi di reddito).

In base ai calcoli dell'UFAS la maggior parte delle famiglie con due figli risulteranno avvantaggiate dalla riforma. La riduzione più marcata riguarda le coppie di 44enni che guadagnano globalmente 14'000 franchi: riceveranno 108 franchi in meno di secondo pilastro, che sarà comunque compensato dall'incremento dell'AVS di 226 franchi.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve