Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La proposta di riforma delle pensioni di Alain Berset incappa in un referendum.

KEYSTONE/THOMAS DELLEY

(sda-ats)

Il referendum contro la riforma Previdenza vecchiaia 2020 è riuscito. Il 24 settembre gli svizzeri dovranno quindi pronunciarsi due volte sull'argomento: sul previsto aumento dell'IVA (referendum obbligatorio) e sull'insieme della legge (referendum facoltativo).

Il comitato ha depositato oggi alla Cancelleria federale a Berna 58'718 firme contro le proposta del ministro Alain Berset. I promotori, soprattutto esponenti di sindacati e della sinistra, si oppongono a una revisione "fatta sulle spalle delle donne, dei salariati e dei pensionati", si legge in una nota.

Le donne saranno obbligate a lavorare un anno di più in nome di una parità di trattamento che tuttavia non esiste nella vita attiva e reale, proseguono i promotori, ricordando che salari più bassi e tempo parziale condizionano il livello delle rendite delle donne.

I salariati, in particolare quelli con uno stipendio inferiore a 84'600 franchi, e i giovani subiranno la diminuzione del tasso di conversione dal 6,8% al 6%, ciò che corrisponde a una diminuzione della rendita del 12%, rileva ancora il comitato referendario.

Quest'ultimo - denominato "No all'aumento dell'età di pensionamento e no alla diminuzione delle rendite" - è composto in Romandia da un'alleanza di sindacati e sinistra, da associazioni per la tutela dei consumatori e in Ticino da un comitato che fa capo al Movimento per il socialismo (MPS).

La riforma si compone di due progetti: una modifica costituzionale che prevede l'aumento dell'IVA e un disegno di legge che comprende tutte le altre decisioni. I due progetti sono legati: le legge federale non può entrare in vigore se viene bocciato il decreto sull'IVA e viceversa.

La modifica della Costituzione per un aumento di 0,6 punti percentuali dell'IVA è sottoposta a referendum obbligatorio. Per essere approvata necessita della doppia maggioranza di popolo e cantoni. La legge è invece sottoposta a referendum facoltativo, ora riuscito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS