Navigation

Primi "positivi segnali" alla strategia del Consiglio federale

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 febbraio 2012 - 22:20
(Keystone-ATS)

Il consigliere federale Didier Burkhalter ha spiegato oggi a Londra ai suoi omologhi italiano, spagnolo e britannico la nuova strategia del Consiglio federale nei confronti dell'Unione europea. Essa "è molto bene accolta. I segnali sono positivi", ha affermato.

"Finora l'Unione europea voleva una discussione sui soli aspetti istituzionali, disgiunta da ogni riferimento ai dossier concreti", ha rilevato il capo del Dipartimento federale degli affari esteri a margine della conferenza di Londra sulla Somalia.

Il nuovo approccio strategico, presentato all'UE all'inizio di febbraio, prevede di trovare una soluzione alla volta agli aspetti materiali e istituzionali su un dossier pilota, quello dell'energia e dell'elettricità. "Potrebbe poi servire da modello per altri accordi", ha spiegato il consigliere federale.

Il dibattito sulla forma che devono prendere le relazioni istituzionali tra la Svizzera e l'UE "blocca le discussioni sui dossier concreti da due anni", ha precisato il ministro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?