Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il presidente UDC Toni Brunner invita gli svizzeri a prendersi cura del paese. Con il loro comportamento - sostiene Brunner - governo e parlamento mettono sempre più in dubbio i principi fondamentali e i punti di forza del paese: spetta quindi al popolo agire, correggendo la rotta grazie alle opportunità offerte dalla democrazia diretta.
Gli svizzeri sono riusciti a trasformare un paese povero in una nazione di punta, creando un modello che è risultato vincente anche nella recente crisi economica, spiega il consigliere nazionale sangallese in una presa di posizione per la festa nazionale pubblicata oggi anche dalla stampa ticinese sotto forma di inserzione a tutta pagina. Queste conquiste sono però in pericolo, mette in guardia Brunner: la classe politica e le "cosiddette élite" vogliono spingere la Confederazione nelle braccia dell'UE. La questione - auspica il deputato - deve essere di nuovo chiarita, possibilmente mediante una votazione popolare.
Nel suo intervento Brunner ha chiesto anche che libertà e indipendenza vengano difese, puntando sull'esercito di milizia e rinunciando a una politica estera a "forte marchio ideologico". In primo piano rimane anche il tema degli stranieri: la passivitià del Consiglio federale e degli altri partiti ha portato una crescita demografica incontrollata e che che comporta gravi conseguenze per il paese, ha sostenuto. Sul fronte finanziario, serve assicurare le opere sociali: a questo proposito si impone un sì, in settembre, alla revisione della legge contro la disoccupazione, ha affermato il presidente UDC.
Brunner ha riservato anche una parte importante del suo scritto alla denuncia di quello che chiama il "disprezzo per la famiglia". A suo avviso lo stato interferisce sempre di più nel settore di responsabilità dei genitori: "già a quattro anni i bimbi devono frequentare la scuola obbligatoria e i burocrati della formazione caldeggiano un loro inserimento ancora più precoce nell'offerta scolastica statale". I docenti, invece che insegnare, devono perdere tempo con formalità burocratiche e con riforme in continua evoluzione. "Il parlamento ha addirittura deciso che delle deduzioni per la cura dei figli e dei conseguenti sgravi fiscali possano usufruire solo le famiglie che affidano a terzi la custodia dei loro figli", si lamenta il politico sangallese, ricordando che l'UDC ha lanciato un'iniziativa popolare sul tema.
Toni Brunner sarà domani in un'azienda agricola a Campo Blenio (TI) e in seguito a Samedan (GR).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS