Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Lottare contro l'esclusione e la marginalizzazione delle famiglie migranti e monoparentali, nuclei già a forte rischio di precarietà: è il proposito espresso da Pro Familia, che in occasione della Giornata internazionale delle famiglie di domani lancia una campagna informativa.
Numerose famiglie migranti in Svizzera si trovano in una situazione di marginalizzazione economica, sociale e culturale, sottolinea l'associazione in una nota. Questa emarginazione colpisce soprattutto lo sviluppo e l'integrazione dei bambini, in particolare quelli in età prescolastica.
Pro Familia invita i comuni ad adottare misure per coinvolgere fin da subito i piccoli nella vita comunitaria. Ciò nella speranza di evitare, più tardi, l'insorgere di problemi scolastici, frustrazioni, fallimenti e situazioni di marginalizzazione, che generano costi sociali ingenti.
La Giornata internazionale delle famiglie è stata lanciata nel 1993 dall'Assemblea generale dell'ONU, che quest'anno ha scelto come tema "gli effetti delle migrazioni sui nuclei famigliari nel mondo".

SDA-ATS