Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La fase di test per le procedure d'asilo accelerate, in corso a Zurigo dal gennaio del 2014, deve proseguire. I risultati incoraggianti raccolti finora hanno spinto il Consiglio federale a prorogare in data odierna la relativa ordinanza fino al 28 settembre 2019.

Le procedure accelerate costituiscono la base del riassetto del settore dell'asilo, il cui scopo principale è riuscire a concludere in via definitiva, in modo equo e decisamente più rapido di oggi, la maggior parte delle procedure d'asilo nei centri regionali della Confederazione, si legge in una nota odierna della Segreteria di Stato della migrazione (SEM).

La proroga decisa oggi permette inoltre di beneficiare più a lungo degli investimenti effettuati nella fase di test e di abbassare i costi di ammortamento.

La SEM ha incaricato quattro organizzazioni esterne di valutare la fase di test. Lo scorso febbraio un primo rapporto intermedio ha stabilito che la fase di test ha prodotto una sostanziale accelerazione delle procedure, sottolinea la SEM.

La durata delle procedure accelerate e delle procedure Dublino è infatti diminuita quasi del 30% rispetto a quella ordinaria, senza alcuna ripercussione negativa sulla qualità delle decisioni. I risultati de valutazione verranno pubblicati in un rapporto finale, presumibilmente all'inizio del 2016.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS