Navigation

Processo Marrakesh: in appello due pene capitali invece di una

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 marzo 2012 - 21:57
(Keystone-ATS)

Il presidente del tribunale antiterrorismo marocchino ha confermato oggi in appello la pena capitale contro Adil Al-Atmani, il principale accusato dell'attentato di Marrakesh, che nell'aprile del 2011 fece 17 morti, tra cui tre ticinesi.

Il presidente della corte ha pronunciato la medesima pena contro Hakim Dah, il principale complice di d'Al-Atmani, che era stato condannato all'ergastolo. Lo indica l'agenzia di stampa francese Afp.

Nell'aprile del 2011 una bomba, azionata a distanza, posta nel caffè Argana di Marrakesh, molto frequentato dai turisti, provocò la morte di 17 persone, tra cui tre ticinesi, otto francesi e tre marocchini.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?