Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Appello" del papa per i migranti, alle parrocchie, comunità e santuari di Europa: ognuno accolga una famiglia di profughi, un gesto concreto in preparazione dell'Anno santo". Lo ha detto all'Angelus, invitando i vescovi d'Europa a "sostenere questo mio appello".

"Anche le due parrocchie del Vaticano - ha annunciato il papa - accoglieranno in questi giorni due famiglie di profughi", rispondendo al suo appello rivolto a ogni comunità d'Europa, "incominciando dalla mia diocesi di Roma".

"Di fronte alla tragedia di decine di migliaia di profughi che fuggono dalla morte per la guerra e per la fame, e sono in cammino verso una speranza di vita, - ha detto il papa - il Vangelo ci chiama, ci chiede, ad essere 'prossimi' dei più piccoli e abbandonati. A dare loro una speranza concreta. Non soltanto dire: 'Coraggio, pazienza!...'. La speranza è combattiva, con la tenacia di chi va verso una meta sicura".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS