Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Appello" del papa per i migranti, alle parrocchie, comunità e santuari di Europa: ognuno accolga una famiglia di profughi, un gesto concreto in preparazione dell'Anno santo". Lo ha detto all'Angelus, invitando i vescovi d'Europa a "sostenere questo mio appello".

"Anche le due parrocchie del Vaticano - ha annunciato il papa - accoglieranno in questi giorni due famiglie di profughi", rispondendo al suo appello rivolto a ogni comunità d'Europa, "incominciando dalla mia diocesi di Roma".

"Di fronte alla tragedia di decine di migliaia di profughi che fuggono dalla morte per la guerra e per la fame, e sono in cammino verso una speranza di vita, - ha detto il papa - il Vangelo ci chiama, ci chiede, ad essere 'prossimi' dei più piccoli e abbandonati. A dare loro una speranza concreta. Non soltanto dire: 'Coraggio, pazienza!...'. La speranza è combattiva, con la tenacia di chi va verso una meta sicura".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS