Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 260 migranti hanno fatto ricorso alle cure di Medici senza frontiere a Idomeni: lo riferisce un responsabile, Achilleas Tzemos, citato da L'Express.

"200 sono stati soccorsi per problemi respiratori, 30 per ferite causate da proiettili di gomma e altri 30 per altre ferite". Diversi migranti sono stati ricoverati all'ospedale di Kilkis.

La polizia macedone, dal canto suo, smentisce di aver utilizzato proiettili di gomma, ma "solo lacrimogeni".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS