Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel nord della Siria circa 300'000 persone potrebbero restare escluse dagli aiuti umanitari se il regime di Bashar al Assad e le forze straniere che lo sostengono riusciranno a circondare interamente la città di Aleppo, bloccando le vie di fuga per i profughi.

A lanciare questo nuovo allarme è l'Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (Ocha), secondo cui fino a 150'000 persone potrebbero quindi cercare di fuggire nei campi presenti nella località curdo-siriana di Afrin e nelle zone circostanti.

L'Ocha ha anche chiesto alla Turchia di riaprire le sue frontiere per permettere il soccorso umanitario. Un appello analogo è stato rivolto oggi ad Ankara anche dall'Agenzia Onu per i rifugiati (Unhcr).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS