Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo il Nazionale, anche il Consiglio degli Stati dovrebbe accettare di liberare 740 milioni di franchi per il programma d'armamento 2013. La commissione della politica di sicurezza ha sostenuto all'unanimità il progetto.

I 209 milioni destinati alle infrastrutture di telecomunicazione sono stati discussi a lungo. La rete in questione, per la quale sono previste altre tappe nei prossimi programmi, mira a connettere tutti i sistemi importanti in una infrastruttura uniforme. Dovrà garantire inoltre la sicurezza informatica della Confederazione.

Per la commissione, la necessità di disporre di tale rete non si discute. La realizzazione a tappe permetterà di aggiustare il tiro in caso di bisogno. Per questo motivo, la commissione vuole essere informata in modo regolare ed esaustivo dello stato di avanzamento dei progetti, ha comunicato oggi.

La somma più elevata del programma d'armamento (222 milioni) concerne i veicoli blindati per il trasporto di persone. Una nuova flotta di 130 pezzi completerà, fra il 2015 e il 2017, i 290 mezzi già comandati.

Un'altra fetta importante dell'importo riguarda l'acquisto, fra il 2014 e il 2021 per 149 milioni, di pezzi di ricambio destinati agli aerei da combattimento F/A-18 e ai veicoli Puch, Duro e Steyr.

Il programma prevede anche 86 milioni per un sistema di ponti per permettere di superare fiumi o altri ostacoli fino a una larghezza di 45 metri. Infine, 74 milioni verranno usati per rinnovare - fra il 2014 e il 2016 - la flotta di veicoli convenzionali: 100 camion, 360 vetture e 500 rimorchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS