Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Riprendono stamane i lavori alle Camere federali.

Al Consiglio nazionale (08.00-13.00), il programma del giorno prevede tutta una serie di temi finanziari: dalle misure di risparmio incluse nel pacchetto di consolidamento PCon 2014 - rinviato al Consiglio federale due anni fa e poi ripescato in forma modificata - al primo supplemento al preventivo 2015.

In agenda anche la legge sui trapianti e la cartella informatizzata del paziente, due temi ormai giunti alle battute finali.

Il Consiglio degli Stati (08.15-13.00) sarà occupato per buona parte della mattinata con la Legge sul Servizio informazioni (LSI), norma già affrontata la scorsa primavera dal Nazionale.

Stando alla commissione preparatoria, il progetto governativo - che estende la possibilità di controllo da parte degli organi preposti alla sicurezza dello Stato - va nella giusta direzione ed è nell'insieme equilibrato: la normativa contiene disposizioni che proteggono a sufficienza la sfera privata delle persone.

Tenendo conto dell'evolversi delle minacce, della tecnologia e di un contesto divenuto più aggressivo, la Commissione giudica necessario conferire al Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) competenze più estese, affinché possa assolvere la propria funzione preventiva.

In futuro, dopo aver ottenuto le autorizzazioni necessarie, gli agenti del SIC dovrebbero poter eseguire perquisizioni in luoghi privati, sorvegliare la posta elettronica, i computer e le comunicazioni in casi sospetti di terrorismo, spionaggio, proliferazione di armi di distruzione di massa, attacchi ad infrastrutture critiche e agli interessi nazionali essenziali, compresi quelli inerenti la piazza economica e finanziaria elvetica. Tali misure non sono applicabili all'estremismo politico in Svizzera.

Come al Nazionale, anche agli Stati la sinistra dovrebbe opporsi a questa estensione dei poteri concessi al SIC. Paul Rechsteiner (PS/SG) ha inoltrato una proposta di non entrata nel merito: visti i rapporti di forza alla Camera dei cantoni, questa proposta dovrebbe venir respinta.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS