Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Dopo i sindacati anche il Partito socialista ha deciso di lanciare il referendum per combattere la revisione dell'assicurazione contro la disoccupazione, se il parlamento persisterà con i tagli. Il voto dell'assemblea dei delegati, stamane a Berna, è stato unanime.
Miliardi sono stati investiti per salvare sistema bancario, mentre si sono tagliate le prestazioni destinate ai lavoratori, ha denunciato il presidente del partito Paul Rechsteiner rivolgendosi ai 250 delegati.
Lo scorso dicembre, il Consiglio nazionale ha reso più severe le condizioni per ottenere l'indennità. Principali vittime di questa politica di risparmi: i giovani e i disoccupati di lunga durata. Nella sessione che si apre domani, toccherà al Consiglio degli Stati discutere il progetto. Se le due camere troveranno un accordo, la revisione potrebbe essere conclusa in marzo.
Se il referendum è per il momento solo una ipotesi, l'iniziativa popolare del PS in favore delle energie verdi è pronta per la raccolta delle firme e sarà lanciata in marzo. Intitolata "nuovi impieghi grazie alle energie rinnovabili", era stata approvata dal congresso straordinario del partito l'anno scorso. Essa mira a triplicare entro il 2030 la parte delle energie rinnovabili nel consumo elvetico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS