Navigation

PS: depositata iniziativa per premi meno onerosi

I socialisti vogliono alleggerire i premi di cassa malati (foto d'archivio). KEYSTONE/ANTHONY ANEX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 gennaio 2020 - 14:37
(Keystone-ATS)

Il PS ha consegnato oggi, munita di 118'000 sottoscrizioni, la propria "Iniziativa per premi meno onerosi". Il testo chiede che nessuna economia domestica debba spendere più del 10% del proprio reddito disponibile per i premi dell'assicurazione malattia.

L'onere delle casse malati costituisce un peso insostenibile sulle spalle di una quantità sempre più importante di persone in Svizzera, recita un comunicato del partito. Il PS sottolinea come negli ultimi 20 anni i premi siano esplosi rispetto a salari e rendite di vecchiaia.

La rapidità e la facilità - ci sono voluti solo dieci mesi - con cui sono state raccolte le firme, ha detto la consigliera agli Stati ticinese Marina Carobbio in occasione del deposito dell'iniziativa alla Cancelleria federale, evidenziano l'importanza del tema, che è "molto sentito in seno alla popolazione". Le famiglie consacrano in media il 14% del reddito a questa voce, ha proseguito l'ex presidente del Nazionale.

I premi, criticano i socialisti, costituiscono un onere elevato per chi dispone di risorse limitate. Carobbio ha evidenziato che a causa delle drastiche misure d'austerità attuate nei Cantoni i sussidi per la loro riduzione vengono tagliati sempre di più. In questo contesto, per la "senatrice" è "inaccettabile" che i dirigenti delle casse malati guadagnino fino a 800'000 franchi all'anno.

La Svizzera è l'unico Paese europeo in cui il finanziamento dell'assicurazione di base dipende principalmente dai premi a carico della popolazione, fa notare il PS. Il partito ha potuto esercitare pressione sui Cantoni dopo la sentenza del Tribunale federale (TF) dell'anno scorso, con cui è stato stabilito che a Lucerna la soglia del redditto per poter beneficiare dello sgravio era troppo bassa.

L'intenzione è quella di fornire a oltre 250'000 persone un aiuto supplementare, facendole pagare di meno: qualora la spesa destinata ai premi superasse il 10% del reddito, bisognerebbe compensarla con riduzioni. Almeno due terzi dei soldi necessari proverrebbero dalle casse della Confederazione, il resto da quelle cantonali. Il PS stima i costi aggiuntivi in circa 3,6 miliardi di franchi all'anno.

I socialisti non sono i soli a impegnarsi sul fronte dell'assicurazione malattia. Il PPD dall'ottobre del 2018 sta accumulando sottoscrizioni per la propria iniziativa popolare "Per premi più bassi - Freno ai costi nel settore sanitario (Iniziativa per un freno ai costi)". Il partito sta ancora decidendo quante firme in più avere come margine di sicurezza oltre le 100'000 necessarie e per questo non ha ancora stabilito una data per il deposito del testo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.