Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La crisi del mercato dell'auto in Europa pesa sulle vendite 2012 del gruppo francese Psa Peugeot Citroen, in calo dell'8,8% rispetto all'anno precedente, a 2.820.000 veicoli.

Il calo, riporta la società in una nota, si è concentrato in particolare nei Paesi del vecchio continente, con contrazioni del 13,3% in Francia, del 14,9% in Spagna e del 20,9% in Italia, dato peggiore a livello mondiale.

Aumentano invece le vendite nei Paesi extraeuropei, che rappresentano ormai il 38% delle nuove immatricolazioni per il gruppo Psa Peugeot Citroen. Bene in particolare la Cina, con una crescita del 9,2%, superiore a quella del mercato, trainata in particolare dal successo del marchio Peugeot (+24%), e la Russia, con un +7,4%.

Per quanto riguarda invece le prospettive del 2013, il gruppo si aspetta un mercato europeo ancora in contrazione, del 3-5%, e si prepara per questo a "rafforzare la propria offensiva commerciale con 17 lanci in tutto il mondo, di cui 9 in Europa". Confermato inoltre l'obiettivo di arrivare entro il 2015 a realizzare oltre il 50% delle vendite fuori dal vecchio continente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS