Navigation

Puigdemont e Comin entrano al Pe, 'battaglia prosegue'

Carles Puigdemont (a sinistra) e Antoni Comin KEYSTONE/EPA/SL LB sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 dicembre 2019 - 12:47
(Keystone-ATS)

L'ex presidente catalano Carles Puigdemont e il suo ex ministro Toni Comin sono entrati al Parlamento europeo per ritirare il loro permesso quotidiano da europarlamentari e accreditarsi per prendere possesso dei loro seggi da gennaio 2020.

I due, seguiti da decine di giornalisti, dopo aver varcato uno degli ingressi dell'Eurocamera a Bruxelles, si sono diretti verso gli uffici preposti. "È finita l'odissea?", hanno chiesto i reporter: "No, la battaglia continua", ha risposto Puigdemont. "La giustizia europea è la vera garanzia per i cittadini".

I due hanno scelto autonomamente l'esilio in Belgio dopo il tentativo di secessione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.