Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il tribunale russo di Perm, negli Urali, ha respinto una nuova richiesta di scarcerazione anticipata di Maria Alekhina, una delle due Pussy Riot che sono ancora in carcere per la "preghiera punk" contro Puntin, giudicata blasfema, tenuta dal gruppo nella cattedrale di Mosca. Lo scrive l'agenzia Ria Novosti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS