Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Putin, 700 gli ostaggi, minacciano ucciderne 10 giorno

Militanti dell'Isis in Siria in una foto d'archivio. FILE - In this u

Keystone/AP/

(sda-ats)

Il presidente russo Vladimir Putin sostiene che i terroristi dell'Isis abbiano preso quasi 700 ostaggi nelle aree della Siria controllate dalle forze filo-americane e abbiano lanciato un ultimatum minacciando di ucciderne dieci al giorno.

Secondo Putin, tra gli ostaggi ci sarebbero cittadini americani ed europei. Il presidente russo non ha specificato quali siano le richieste dei terroristi.

"Secondo i nostri dati - ha detto Putin, citato dal quotidiano Izvestia - hanno preso in ostaggio alcuni cittadini sia degli Usa che di Paesi europei. Tutti tacciono, c'è un silenzio come se non succedesse nulla".

Putin ha poi aggiunto che l'Isis si espande sulla riva sinistra dell'Eufrate. "Lì - ha affermato - in alcuni centri abitati sono rimasti elementi dell'Isis e negli ultimi tempi hanno cominciato ad allargare la propria zona di presenza. Hanno preso in ostaggio lì 130 famiglie. Sono quasi 700 persone".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.