Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Accordo per il cessate il fuoco in Ucraina a partire dal 15 febbraio. È il risultato dei colloqui a Minsk tra i leader di Russia, Ucraina, Francia e Germania, secondo quanto annunciato dal presidente russo Vladimir Putin. Siamo riusciti a raggiungere un accordo sui punti essenziali, ha aggiunto Putin, precisando che è stato concordato anche il ritiro delle armi pesanti dalla linea del fronte nel conflitto nell'est ucraino.

Il presidente russo ritiene che finché non sarà raggiunto un cessate il fuoco completo tutte le parti dovrebbero mostrare "moderazione" ed evitare "spargimenti di sangue inutili".

Nei colloqui è stato raggiunto anche un accordo per attuare la legge sullo status speciale per l'Ucraina sud-orientale approvata in precedenza, ha aggiunto Putin.

Il presidente francese François Hollande ha confermato il raggiungimento dell'accordo globale sul cessate il fuoco e un accordo politico globale sulla crisi in Ucraina.

Hollande ha evocato una "speranza seria, anche se non tutto è stato ancora risolto". "Tutte le questioni sono state trattate attraverso questo testo che è stato firmato dal gruppo di contatto e dai separatisti", ha aggiunto. Il presidente ucraino Petro Poroshenko invece ha annunciato che le armi pesanti saranno ritirate entro 14 giorni.

Merkel, Hollande e Poroshenko hanno lasciato il palazzo dell'Indipendenza di Minsk per volare a Bruxelles, dove è in programma un vertice dei leader europei.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS