Navigation

Putin saluta le truppe, fu l'Urss a battere il nazismo

Vladimir Putin KEYSTONE/EPA/SERGEY PYATAKOV / POOL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 giugno 2020 - 10:38
(Keystone-ATS)

"La parata quest'anno si tiene nel giorno in cui, 75 anni fa, le truppe hanno sfilato, proprio qui, dopo la vittoria del bene sul male, sul nazifascismo".

Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin salutando le truppe schierate sulla Piazza Rossa per il 75esimo anniversario della Vittoria dell'Unione Sovietica nella Seconda Guerra mondiale. "Non oso immaginare cosa sarebbe accaduto al mondo se l'armata rossa non avesse vinto: è stata l'Urss ha battere il nazismo e liberare i tedeschi".

Per l'occasione, 14mila soldati sono stati chiamati a sfilare sulla Piazza Rossa (bene 13 Paesi hanno inviato delegazioni militari alla parata), 216 veicoli (compresi i missili balistici e gli ultimi gioielli dell'arsenale russo) e 75 velivoli. Inoltre, ad ammirare la sfilata ci sono 80 veterani della Seconda Guerra mondiale. In aggiunta, 10 capi di stato e di governo (principalmente dai Paesi dell'ex Unione Sovietica) sono venuti a Mosca.

Il Cremlino ha ordinato al ministero della Difesa di garantire la sicurezza dei partecipanti e secondo le autorità sono state messe in campo misure eccezionali per evitare il contagio da coronavirus. Ad esempio, tutte le truppe straniere si sono sottoposte alla quarantena nei loro Paesi di origine e poi sono state testate più volte al Covid-19, in patria e in Russia.

Quarantena anche per i veterani, che hanno passato due settimane in centri di cura specializzati prima della giornata di oggi. Nonostante tutto, però, vista la situazione epidemiologica in Russia - in miglioramento ma comunque difficile - da più parti si è messa in dubbio l'opportunità di tenere la parata quest'anno e il sindaco di Mosca, Serghei Sobyanin, ha incoraggiato i moscoviti ad ammirare lo spettacolo in televisione e non riversarsi per le strade.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.