Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La compagnia australiana Qantas sembra essere uscita con decisione dal periodo di crisi.

KEYSTONE/EPA AAP/DAN HIMBRECHTS

(sda-ats)

La compagnia aerea australiana Qantas ha registrato nell'anno finanziario 2015/16 un profitto record al netto di tasse di 1,53 miliardi di dollari australiani (1,13 miliardi di franchi).

Si tratta dell'80% in più dei 12 mesi precedenti, a soli due anni dalla colossale perdita di 2,84 miliardi di dollari (2,09 miliardi di franchi).

L'aerolinea può ora pagare dividendi agli azionisti per la prima volta dal 2009, nella misura di 7 centesimi per azione, in aggiunta a bonus in contanti di 3000 dollari ciascuno ai 25 mila dipendenti.

Le maggiori vittime sono le migliaia di dipendenti che hanno perduto il lavoro nella profonda ristrutturazione, ritenuta necessaria per tagliare i costi. Grazie in gran parte al ribasso del costo di carburante e alla forte performance internazionale, i margini di profitto sono aumentati in tutte le divisioni, compresa l'affiliata low cost Jetstar. Si è dimostrata particolarmente vantaggiosa l'alleanza, inizialmente oggetto di critiche, con il potente vettore medio orientale Emirates.

"È il miglior risultato nei 95 anni di storia della Qantas e il miglior risultato nella storia dell'aviazione australiana, ha detto il Ceo Alan Joyce. "È una performance che assicura benefici ai nostri clienti, agli azionisti e ai dipendenti che hanno lavorato tanto per realizzarla", ha aggiunto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS