Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nuovi guai in vista per Apple (foto d'archivio).

KEYSTONE/AP/KIICHIRO SATO

(sda-ats)

Qualcomm, colosso americano dei semiconduttori, inasprisce la sua guerra ad Apple puntando a bloccare l'import negli Stati Uniti degli iPhone (assemblati in Asia e importati negli Usa per la vendita).

Qualcomm sostiene che gli smartphone della Mela morsicata violino sei dei suoi brevetti.

È attesa per oggi la richiesta dello stop alle importazioni che Qualcomm vuole inoltrare alla International Trade Commission, l'agenzia per la concorrenza americana, che ha il potere di bloccare le consegne di prodotti che violano la proprietà intellettuale.

Simili dispute legali possono durare per molto tempo prima di ottenere una risoluzione, quindi le vendite degli iPhone non sarebbero immediatamente a rischio.

Qualcomm ha già depositato presso la Corte distrettuale di San Diego una causa legale per la richiesta di danni.

La richiesta del blocco dell'import, già ventilata qualche mese fa, rappresenta un'escalation della guerra legale in atto da tempo tra le due compagnie. La controversia principale riguarda quanto Apple deve a Qualcomm per le licenze di sue tecnologie. In attesa che i giudici determinino questo importo, un processo che potrebbe richiedere anche diversi anni, Apple ha sospeso il pagamento delle royalty a Qualcomm.

SDA-ATS