Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La procura pubblica di Mannheim ha esteso le indagini sulla filiale tedesca di UBS a quattro dipendenti della banca sospettati di avere aiutato clienti ad evadere il fisco. Fra di loro figurano anche dirigenti, ha indicato un portavoce dell'autorità, confermando l'informazione pubblicata dal quotidiano "Stuttgarter Nachrichten".

"I collaboratori della banca sono sospettati di avere aiutato clienti a trasferire denaro dalla Germania alla Svizzera", ha affermato il portavoce.

Nell'ambito dell'inchiesta sono state perquisite in ottobre le abitazione dei quattro dipendenti e la centrale di UBS a Francoforte. È stata effettuata una perquisizione anche presso un cliente di Monaco.

Un portavoce di UBS a Zurigo ha osservato che la banca non appoggia i clienti in operazioni che potrebbero portare a un'evasione fiscale. Le indagini condotte internamente dalla banca non hanno evidenziato alcun comportamento scorretto da parte di UBS Germania, ha aggiunto il portavoce.

La magistratura tedesca sta compiendo accertamenti anche su una dozzina di clienti dell'istituto. La centrale di UBS Germania era stata oggetto di perquisizioni nel maggio del 2012.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS