Dopo il ritorno in Svizzera ieri di un cittadino con il doppio passaporto elvetico e turco, sono ancora quattro i binazionali trattenuti in Turchia. Questa estate erano otto.

La notizia, diffusa oggi dal Tages Anzeiger, è stata confermata all'agenzia Keystone-ATS dal Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Una sola persona è detenuta, alle altre tre viene impedito di lasciare il paese.

Il DFAE ha affermato di aver sollevato a più riprese il caso con le autorità turche e proseguirà i suoi sforzi. Ha però preferito non fornire dettagli sugli interessati per ragioni di privacy.

Il binazionale che ha potuto far rientro a Winterthur ieri è stato trattenuto in Turchia per 391 giorni, secondo il quotidiano svizzerotedesco. Al momento dell'arresto l'uomo, di 39 anni, è stato accusato di essere membro di un "organizzazione terroristica internazionale armata".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.