Navigation

Questione giurassiana: probernesi criticano voto comunale

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 febbraio 2012 - 16:00
(Keystone-ATS)

I movimenti probernesi nonché l'UDC del Giura bernese criticano la possibilità offerta ai comuni di scegliere la loro appartenenza cantonale, dopo le votazioni regionali volte a risolvere la "Questione giurassiana".

Secondo il gruppo Sanglier, il rischio di frazionamento del Giura bernese è "inopportuno", mentre Force démocratique teme per la sorte dei piccoli comuni che attorniano Moutier (BE), qualora quest'ultimo dovesse decidere di unirsi al Giura.

L'indebolimento del Giura bernese - la cui popolazione potrebbe scendere da 50'000 a 40'000 abitanti - è pure paventato dall'UDC. Il partito democentrista non esclude il lancio di un referendum contro la futura creazione di basi legali che apriranno la strada alle consultazioni comunali.

In una dichiarazione di intenti divulgata ieri, il Giura, il canton Berna e la Confederazione hanno annunciato lo svolgimento di due scrutini popolari a livello regionale (Giura e Giura bernese), nonché la possibilità, per i comuni del Giura bernese che lo desiderano, di scegliere in un secondo tempo il cantone di appartenenza.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?