Navigation

Raddoppio San Gottardo: economiesuisse vuole pedaggio

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 giugno 2012 - 17:18
(Keystone-ATS)

Economiesuisse insiste sulla sua idea di finanziare la seconda galleria autostradale al San Gottardo con l'aiuto di investitori privati e un pedaggio. Dopo la decisione del Consiglio federale di utilizzare fondi pubblici per la costruzione, l'organizzazione degli imprenditori spera ora nel sostegno del parlamento.

"Abbiano un progetto bell'e pronto nel cassetto", ha dichiarato oggi all'ats Kurt Lanz, membro della direzione di economiesuisse. Esso prevede che la costruzione della seconda canna venga coperta dalla Confederazione assieme a privati. Per il transito nella galleria bisognerebbe pagare un pedaggio di circa 21 franchi.

Con questo tipo di finanziamento rimarrebbero a disposizione mezzi sufficienti anche per altri progetti stradali. Inoltre bisognerebbe offrire alle banche, o anche alle casse pensione, la possibilità di investire. UBS si è già detta pronta a partecipare, ha spiegato Lanz.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.