Navigation

Raiffeisen rileva la Wegelin & Co

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 gennaio 2012 - 13:04
(Keystone-ATS)

Raiffeisen acquisisce la banca Wegelin & Co, ad eccezione delle sue attività negli Stati Uniti. Sul prezzo d'acquisto è stato mantenuto il riserbo. La transazione è valida da oggi, indica un comunicato odierno del gruppo con sede a San Gallo.

"Raiffeisen acquisisce la Notenstein Privatbank AG, nella quale è stata trasferita l'attività Non USA della Banca Wegelin & Co", fa sapere il gruppo sangallese.

Acquistando una banca privata classica, Raiffeisen intende prendere piede nel settore dei clienti facoltosi e diversificare le proprie fonti di provento nel lungo periodo.

La nuova banca privata sarà gestita come banca autonoma all'interno del Gruppo Raiffeisen, sotto la direzione di Adrian Künzi, finora responsabile della Wegelin & Co. Svizzera occidentale, precisa la nota. L'offerta di servizi della Notenstein Privatbank AG si concentra sul tradizionale settore del private banking per investitori privati e istituzionali nonché sull'asset management.

La Notenstein acquisisce l'attuale attività della banca Wegelin & Co., il più vecchio istituto di credito svizzero, escluse tutte le relazioni USA che restano alla banca Wegelin & Co. Per gli altri clienti sarà garantita la continuità attraverso la sua assistenza.

"In un contesto economico difficile, l'acquisizione della Notenstein consente la conservazione di 700 posti di lavoro" in Svizzera, sottolinea la nota di Raiffeisen.

"Siamo felici che l'acquisizione della Notenstein Privatbank AG ci abbia permesso di estendere in modo significativo la nostra attività al private banking sul nostro mercato nazionale e di poter dare in futuro una forte impronta al settore. L'impostazione strategica della Notenstein si adegua perfettamente a Raiffeisen. Il forte radicamento nella regione e un'assistenza personale e completa di alto livello alla clientela in tredici sedi in Svizzera (tra cui tre in Ticino, a Lugano, Chiasso e Locarno) costituiscono una buona base per le sinergie di entrambe le aziende", afferma Pierin Vincenz, presidente della direzione del Gruppo Raiffeisen, citato nella nota.

Per Raiffeisen questo passo rappresenta una prosecuzione coerente della strategia di crescita attraverso la diversificazione. In quanto banca retail leader in Svizzera, il gruppo di San Gallo è riuscito negli ultimi anni ad allargare il settore clientela aziendale.

Come prossima mossa Raiffeisen intende rafforzare ulteriormente la consulenza patrimoniale e la consulenza agli investimenti. L'acquisizione della Notenstein da parte di Raiffeisen consente il consolidamento di un pilastro nel settore della clientela facoltosa. Raiffeisen può così diversificare nel medio e lungo periodo la sua attuale fonte di provento: le operazioni su interessi, spiega il comunicato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?