Navigation

Rapporto intermedio su centrali atomiche svizzere trasmesso a UE

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 settembre 2011 - 17:59
(Keystone-ATS)

L'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN) ha inoltrato ieri alla Commissione europea il rapporto intermedio sulle centrali atomiche svizzere per lo stress test dell'UE. Il rendiconto definitivo dovrà essere consegnato entro fine anno.

Lo stress test dell'UE esamina se in uno dei 143 impianti europei potrebbe avvenire un incidente simile a quello verificatosi a Fukushima, ricorda oggi l'IFSN sul suo sito internet. In particolare viene verificata la sicurezza in caso di terremoto e inondazioni e le conseguenze di una panne al sistema elettrico e a quello di raffreddamento, così come le misure di protezione d'urgenza.

I gestori degli impianti svizzeri avevano trasmesso i propri rapporti intermedi entro metà agosto. Stando all'IFSN hanno rispettato le condizioni sui contenuti.

Con la consegna alla Commissione europea si è conclusa la prima fase dello stress test. Entro fine ottobre i gestori delle centrali elvetiche dovranno inviare i propri resoconti conclusivi all'IFSN, che avrà a sua volta due mesi di tempo per inviare il suo rapporto a Bruxelles. I risultati saranno presentati al Consiglio europeo nel giugno 2012, al termine dell'esame da parte delle autorità dell'UE.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?