Navigation

Rapporto OCSE e OMS: il sistema sanitario elvetico può migliorare

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 ottobre 2011 - 13:47
(Keystone-ATS)

Il sistema sanitario svizzero può fare di meglio, secondo un rapporto di OCSE e OMS presentato oggi a Berna. Deve adattarsi all'aumento dei costi e all'aumento delle malattie croniche quali il cancro o il diabete, ma anche concentrarsi sulla prevenzione.

Il documento dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico e dell'Organizzazione mondiale della salute presenta un catalogo di 26 raccomandazioni. Indica, ad esempio, la creazione di un dossier elettronico dei pazienti, la revisione del Tarmed sul breve periodo, così come il miglioramento della qualità dell'efficacia e del coordinamento delle cure.

Il rapporto rileva che "gli assicuratori non sono affatto incitati a farsi concorrenza" in termini di efficacia e di qualità delle cure. Osserva anche che la proporzione di coloro che cambiano cassa malattia "rimane debole" e ciò non porta a una vera concorrenza sui premi, come invece dovrebbe accadere.

L'OCSE non prende posizione sul progetto di cassa malattia unica. "Non abbiamo preferenze per un sistema o per un altro", ha dichiarato il suo rappresentante John Martin nell'incontro con i media. "Non è compito di un'organizzazione internazionale decidere ciò che un paese deve fare".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?