Navigation

Razzismo: Coca Cola si unisce a boicottaggio Facebook

Anche Coca Cola boicotta i social media accusati di non fare abbastanza per combattere contenuti d'odio e razzisti nelle proprie piattaforme: fermerà tutte le sue pubblicità digitali almeno per un mese a partire dal primo luglio. KEYSTONE/AP/John Bazemore sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 giugno 2020 - 09:31
(Keystone-ATS)

La Coca Cola ha annunciato di essersi unita al boicottaggio di Facebook, Instagram, YouTube, Twitter e degli altri social media accusati di non fare abbastanza per combattere la presenza di contenuti d'odio e razzisti nelle proprie piattaforme.

Il gigante americano ha detto che fermerà tutte le sue pubblicità digitali almeno per un mese a partire dal primo luglio.

Al boicottaggio, promosso dalla campagna Stop Hate for Profit, hanno aderito altri colossi come Unilever e Verizon.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.