Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prosegue la visita in Svizzera di Filippo Re dei Belgi

KEYSTONE/THOMAS DELLEY

(sda-ats)

Dopo l'incontro di ieri con la presidente della Confederazione, Doris Leuthard, è proseguita oggi a Baden (AG) e Lucerna la visita in Svizzera di Filippo, Re dei Belgi.

In Argovia, il consigliere federale Johann Schneider-Ammann ha illustrato al sovrano e alla sua delegazione ministeriale il sistema elvetico della formazione professionale.

Il monarca ha dapprima visitato la società ABB Turbo Systems, incontrando il consigliere di amministrazione Peter Voser e il presidente della direzione di ABB Svizzera Remo Lütolf. In due reparti della fabbrica gli apprendisti hanno dimostrato le proprie competenze con i macchinari e il funzionamento di un robot creato dall'azienda.

"Non ho molto da dire, ma semmai parecchio da imparare", ha dichiarato Re Filippo. Il monarca è rimasto impressionato dal successo dei giovani incontrati e affascinato dal loro lavoro. Dal canto suo, Schneider-Ammann ha sottolineato l'impegno delle aziende elvetiche nella formazione dei futuri professionisti.

Il Re dei Belgi ha in seguito visitato il centro di formazione professionale di Baden e ha partecipato a una tavola rotonda. Ad accompagnarlo una delegazione di alto livello, comprendente il vice primo ministro e ministro federale del lavoro, dell'economia e dei consumatori, Kris Peeters, la commissaria UE Marianne Thyssen, responsabile per l'occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori, così come alcuni ministri delle regioni e comunità belghe incaricati di educazione, economia e occupazione.

Disoccupazione giovanile

Il successo della formazione professionale svizzera è noto in tutto il mondo, ha ricordato il capo del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR). Nella Confederazione due giovani su tre scelgono di intraprendere una delle circa 230 formazioni di base, acquisendo così una solida preparazione. A livello europeo, la Svizzera vanta uno dei tassi più bassi di disoccupazione giovanile.

Il sovrano belga si è in seguito recato alla Scuola professionale di commercio di Lucerna. Qui ha fatto ancora una volta l'elogio della formazione professionale svizzera: il fatto che la Confederazione non abbia praticamente disoccupazione giovanile è un vero e proprio "miracolo". A suo avviso, in Svizzera i bisogni del mercato coincidono con quello che i giovani possono e vogliono fare.

Ieri incontro con la Leuthard

Ieri il Re dei Belgi era stato accolto con gli onori militari dalla presidente della Confederazione Doris Leuthard sulla piazza antistante la cattedrale di Berna. Nel corso di un incontro ufficiale alla Casa von Wattenwyl, la Leuthard e Re Filippo avevano poi sottolineato la qualità delle relazioni che legano i due Paesi.

Le delegazioni si erano già intrattenute su questioni riguardanti la collaborazione negli ambiti della formazione professionale, della ricerca e dell'innovazione. Stando alla presidente della Confederazione, questi ambiti interessano molto il Belgio, che ha un tasso di disoccupazione del 9% e che è particolarmente toccato dalla disoccupazione giovanile.

È la prima visita ufficiale in Svizzera dell'attuale monarca belga. L'ultima volta che un re dei Belgi era stato accolto con gli onori militari fu nel 2000, quando il padre di Filippo, Re Alberto II e la sua consorte Paola erano stati ricevuti ufficialmente a Berna. Avevano successivamente visitato il cantiere della trasversale alpina a Mitholz (BE) e visitato il Museo olimpico di Losanna.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS