Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Durante la scorsa stagione, l'87% di sciatori e snowboarder portava il casco sulle piste, il 90% se si considerano esclusivamente le persone residenti in Svizzera. Si tratta di un record, in evidente aumento rispetto al 16% del 2002/2003. Sulla slitta, una persona su due si è protetta con l'elmetto, soprattutto i bambini. Sono i dati pubblicati oggi dall'Ufficio prevenzione infortuni (UPI).

Oltre due milioni di persone residenti in Svizzera praticano lo sci o lo snowboard. Ogni anno 65'000 di loro (51'000 sciatori e 14'000 snowboarder) subiscono un infortunio. A questi si aggiungono circa 8'000 persone ferite andando in slitta. Circa il 15% degli infortuni sono alla testa, un terzo dei quali potrebbe essere evitato con il casco, che peraltro contribuisce a ridurre la gravità degli incidenti.

L'UPI ricorda inoltre che nello sci non basta proteggere la testa, ma che - per evitare infortuni a ginocchia, gambe e piedi - bisogna anche regolarmente far controllare gli attacchi degli sci da uno specialista. Il controllo è particolarmente importante nei bambini in fase di crescita.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS