Navigation

Rega: 150 interventi nel weekend dell'Ascensione

Le giornate di bel tempo che hanno caratterizzato il weekend lungo dell'Ascensione hanno costretto la Rega a compiere circa 150 interventi di salvataggio (foto d'archivio) KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 maggio 2020 - 12:01
(Keystone-ATS)

Le giornate di bel tempo che hanno caratterizzato il weekend lungo dell'Ascensione hanno costretto la Rega a compiere circa 150 interventi di salvataggio. Le giornate più impegnative sono state giovedì e venerdì, indica oggi la società di elisoccorso.

Nella Svizzera italiana sono stati effettuati 16 interventi, rileva la Rega, precisando che in cinque casi si è trattato di recuperare escursionisti o praticanti di altri sport che avevano riportato ferite, uno in seguito un incidente d'auto e i rimanenti a causa di malattie acute o per il trasferimento da un ospedale all'altro.

Venerdì in Engadina un equipaggio della base di Samedan (GR) è intervenuto per cercare uno sci-escursionista disperso nella regione dei laghi di Macun, spiega la Rega. L'uomo, rimasto vittima di un incidente, ha riportato gravi ferite ma è riuscito ad avvicinarsi a un sentiero escursionistico.

In seguito è stato rintracciato grazie a un sistema particolare della centrale operativa, che ha inviato alla persona scomparsa un link con le informazioni sulla località via SMS. Il ferito ha poi contattato telefonicamente la centrale operativa ed è stato localizzato e recuperato dai soccorsi.

Una seconda missione impegnativa si è verificata giovedì sullo Schrattenflu (LU). Un escursionista è caduto per sette metri in una fenditura nella roccia, riportando gravi ferite. L'uomo è stato recuperato da un elicottero partito dalla base di Wilderswil (BE) e da un alpinista specializzato nel soccorso con elicottero del Club Alpino Svizzero (CAS).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.