Navigation

Rega 60 anni, 14'420 interventi nel 2011

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 aprile 2012 - 11:32
(Keystone-ATS)

Con 14'420 missioni di soccorso in patria e all'estero la Guardia aerea svizzera di soccorso Rega ha registrato l'anno scorso un nuovo record. Nel suo 60esimo anno d'esistenza, l'organizzazione ha raggiunto i 2,4 milioni di sostenitori, con 86'000 nuovi tesserati.

La Rega fu fondata il 27 aprile 1952 in un hotel di Tavannes, sulle rive del lago di Bienne, è stato ricordato oggi all'incontro annuale con la stampa all'aeroporto di Zurigo. Nel 1953, un anno dopo la fondazione, si registrarono sei interventi, mentre attualmente gli elicotteri di soccorso intervengono in media più di 30 volte al giorno per missioni primarie.

L'anno scorso gli elicotteri della Rega sono intervenuti 10'797 volte. Le missioni causate da valanghe sono scese a 27. Ad aumentare sono stati invece gli interventi dovuti a malattie acute o incidenti. Le buone condizioni meteo hanno provocato un aumento delle missioni per incidenti sportivi (409) e di montagna (770).

A queste cifre si aggiungono 1615 interventi legati agli sport invernali, 1000 per incidenti della circolazione e 954 per incidenti sul lavoro: tutte categorie in crescita. Mai come l'anno scorso la Rega ha compiuto così tante missioni primarie, ossia quelle che richiedono un aiuto medicalizzato sul luogo dell'intervento.

I jet ambulanza hanno compiuto 698 missioni, mentre le squadre mediche della Rega si sono occupate di 147 pazienti nel corso di rimpatri su aerei di linea. Queste cifre sono sui livelli di quelle del 2010.

Dalla base Rega di Locarno sono state organizzate l'anno scorso 579 missioni, di cui 487 primarie, 76 secondarie e 16 senza aiuto medico. I lavori sul cantiere delle nuova base di Magadino proseguono intanto a pieno regime e in autunno è prevista l'inaugurazione e la messa in servizio.

La Rega intende attivarsi a livello politico per ottenere l'esenzione dall'IVA per le quote pagate dai sostenitori. "Possiamo garantire la qualità e la rapidità degli interventi per tutte le persone in difficoltà soltanto grazie alle quote", ha sottolineato il CEO Ernst Kohler, citato in una nota.

L'aumento del numero di tesserati è rallegrante, ha aggiunto Kohler. L'organizzazione versa tuttavia ogni anno 5,5 milioni di franchi di IVA, ossia l'equivalente di 185'000 tessere di sostenitore. Un ricorso della Rega contro il prelievo dell'IVA è stato respinto dal Tribunale federale nell'ottobre 2011. Sulla medesima questione è ora pendente un'iniziativa parlamentare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?