Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un uomo armato è entrato in un ristorante nel centro di Uhersky Brod, nell'est della Repubblica ceca, sparando contro i presenti. Lo riferisce l'agenzia Ctk che parla di 9 morti, compreso lo stesso sparatore che si è tolto la vita. Una donna, riferisce la tv pubblica, è stata trasportata in ospedale in gravi condizioni.

Secondo il sindaco di Uherky Brod, l'attentatore sarebbe un uomo di 60 anni affetto da disturbi mentali, e residente nella stessa città della Moravia. Stando al ministro degli Interni ceco, l'aggressore è morto durante l'intervento della polizia.

Secondo la tv privata "Prima", l'uomo che ha sparato nel ristorante aveva avvertito con una telefonata all'emittente dell'intenzione di commettere il suo folle gesto. "Sono vittima di bullismo, la gente mi fa male, le autorità non risolvono niente. Quindi vado a regolare i conti", aveva detto alla tv.

Il giornalista che ha ricevuto la telefonata ha cercato di trattenere l'aggressore al telefono per riuscire nel frattempo ad allertare la polizia. Un tentativo fallito. "Appena ha capito che stavo cercando di allungare la telefonata, mentre componevo il numero della polizia, l'aggressore ha fatto cadere la linea", ha raccontato Pavel Lebduska, reporter dalle tv 'Prima'. "Dalla voce - ha aggiunto - si sentiva che era disperato".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS