Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo grigionese ha approvato recentemente le concessioni per il progetto Lagobianco, accordate dai Comuni di Poschiavo, Brusio e Pontresina a Repower AG per la continuazione dell'esercizio e il potenziamento degli impianti idroelettrici in Valposchiavo. Lo rendono noto in due distinti comunicati tanto Repower quanto il governo retico.

Il cuore del progetto è costituito dalla costruzione di una centrale ad accumulazione con sistema di pompaggio tra il Lago di Poschiavo e il Lago Bianco. Grazie alla nuova centrale ad accumulazione con sistema di pompaggio possono essere prodotti circa 1500 gigawattora (GWh) di corrente all'anno in modo commisurato al fabbisogno.

Le centrali attuali di Cavaglia e Robbia, nonché di Campocologno continueranno il loro esercizio anche dopo il potenziamento. La centrale esistente Palü verrà invece messa fuori servizio. Le minori produzioni dovute all'aumento dei deflussi residuali e di dotazione possono essere in ampia misura compensate grazie al maggiore dislivello compreso nel salto Lago Bianco-Camp Martin. L'attuale produzione dallo sfruttamento della forza idrica naturale (320 GWh) rimane così praticamente invariata.

Il progetto di concessione "Lago Bianco" - scrive il governo retico - è stato elaborato minuziosamente da Repower in un processo pluriennale. Lo sviluppo del progetto è stato accompagnato dai comuni concedenti, dalle organizzazioni ambientaliste e dagli uffici specializzati di Confederazione e Cantone.

SDA-ATS