Navigation

Repower: sospetti di frode negli uffici milanesi

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 giugno 2011 - 09:36
(Keystone-ATS)

Sospetti di frode negli uffici milanesi di Repower: una persona, nel frattempo sospesa, è stata accusata di essersi appropriata indebitamente di una importante somma di denaro.

Ricordando che fino alla soluzione del caso vige la presunzione d'innocenza, la società elettrica grigionese indica in una nota che l'importo in gioco è a sette cifre (in euro).

Il caso è al vaglio della magistratura che sta procedendo con le indagini, spiega l'ex Rätia Energie, aggiungendo che l'episodio non ha ulteriori ripercussioni sull'attività aziendale, sui clienti o sui partner. "Nel rispetto delle indagini in corso, Repower non può divulgare ulteriori informazioni sul caso", si legge nel comunicato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?