Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Centinaia di domande di costruzione sono state inoltrate dopo l'accettazione, l'11 marzo, dell'iniziativa popolare sulle abitazioni secondarie. Bisognerà però fatto i conti con l'ambientalista Franz Weber.

La sua omonima fondazione ed Helvetia Nostra, che ha lanciato l'iniziativa popolare, negli ultimi mesi hanno fatto opposizione a oltre 700 richieste di costruzione, la maggioranza delle quali in Vallese. In caso di insuccesso le due organizzazioni intendono presentare ricorsi all'istanza superiore.

La fondazione Franz Weber ed Helvetia Nostra intendono continuare a procedere in tal modo contro ogni domanda di costruzione, anche se poi questa sarà accolta, ha detto lo stesso Weber in merito a notizie in tal senso pubblicate oggi dai quotidiani svizzerotedeschi "Bund" e "Tages-Anzeiger".

Non è accettabile - ha spiegato - che alcuni speculatori possano ancora rapidamente fare soldi a scapito del paesaggio e delle future generazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS